COVID-19: caso 22

0
1245
image_pdfimage_print

Izzo Andrea, D’Aversa Lucia, Cerimoniale Giuseppe, Mazzella Giuseppe, Pergoli Pericle, Faiola Eugenio Leone, Di Pastena Francesca

U.O.C.  Diagnostica per immagini – Ospedale “Dono Svizzero” Formia DEA I livello– Asl Latina

Pz Donna, 69 anni, riferisce febbre da una settimana trattata con antibiotici senza benificio. In anamnesi non riferisce patologie degne di nota. Temperatura al PS nella norma (36,5°), pO2 96%, eupnoica.

Si richiede RX torace eseguito con apparecchio portatile posizionato in tensostruttura appositamente adibita all’esterno del PS.

L’indagine radiografica dimostra un discreto incremento dell’interstizio peribroncovascolare con associati alcuni sfumati addensamenti parenchimali alla base di entrambi i polmoni. Ombra cardiomediastinica nella norma. Seni costofrenici normoespansi

Il Pz viene sottoposto a tampone naso-faringeo (risultato positivo al COVID-19) e ricoverata per l’assistenza e le cure necessaria.

La Pz dopo 3 giorni, con condizioni cliniche buone e stabili effettua TC di controllo.

L’indagine TC dimostra la presenza di addensamenti parenchimali a “vetro smeriglio” con associate zone di consolidamento parenchimale, localizzati in sede subpleurica ed estese zone di parenchima con pattern “crazy-paving” caratterizzato dalla presenza di aree a “vetro smeriglio” sovrapposto ad ispessimento liscio dell’interstizio interlobulare ed intralobulare.