SIRM Giovani

Cari giovani colleghi, specializzandi e futuri radiologi! Esistiamo, ci siamo e desideriamo

tanto farci conoscere ed apprezzare …. in qualità di una generazione che a poco a poco

rappresenterà il futuro della radiologia, una professione che sicuramente ci darà molte

soddisfazioni se sapremo coltivarla con passione.

Recentemente, in SIRM, sono stati nominati tre rappresentati under 35 dei giovani radiologi

(il sottoscritto, il Dott. Carmelo Messina e la Dott.ssa Daniela Berritto) per avere un ruolo

atti-vo all’interno della Società che miri soprattutto alla nostra crescita professionale.

Il Comitato Scientifico del 48mo Congresso Nazionale della SIRM che si terrà a Genova a

Novembre 2018, coordinato dalla Dott.ssa Nicoletta Gandolfo, ha deliberato l’assegnazione

di uno spazio dedicato ai giovani radiologi (4 sessioni da 90 minuti ed 1 da 60 minuti), dove

noi stessi saremo coinvolti come coordinatori e relatori.

Tre sessioni verteranno su argomenti clinici: l’ ABC della patologia toracica per i colleghi alle

prime armi, l’imaging pancreatico con tutti i problemi della diagnosi differenziale ed una

sessione sulle neoplasie ossee, tema quest’ultimo molto interessante ma spesso poco trattato

in sede congressuale. Le due sessioni non cliniche saranno dedicate, una alla letteratura

scientifica (impact factor, elementi chiave per leggere e scrivere un articolo, ruolo di revisore,

editore etc.) e al problema dei contratti di lavoro, argomento molto sentito dai neospecialisti

e l’altra alle nuove tecnologie emergenti ed alla radiomica, dove saranno invitati a parlare

anche degli ospiti internazionali, esperti in questo settore.

Inoltre vi comunico che dall’inizio del prossimo anno sarà attiva una pagina web nel nuovo

sito della SIRM con uno spazio a noi dedicato, dove potremo condividere notizie di nostro

interesse, casi clinici e quanto altro… ■

http://dx.doi.org/10.26413/ilradiol.04201749




Giornata internazionale della Radiologia – Sport e Salute

In occasione della Giornata Internazionale della Radiologia dedicata allo Sport e prevista per il prossimo 8 novembre… …. la SIRM lancia il Programma Nazionale Sport e Salute ed attiva un numero verde 800 282462 per tutti i cittadini….

La SIRM, com’è noto, è una delle più grandi società scientifiche italiane accreditate e conta più di 11.000 soci rappresentando la più autorevole espressione della disciplina radiologica in Italia.  Secondo quanto disposto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e recepito dal nostro Governo, nella giornata dell’8 novembre di ogni anno viene celebrata la Giornata Internazionale della Radiologia.  La SIRM intende attivare un intenso programma annuale di attività specificatamente legate allo Sport, secondo quanto recepito dalle direttive comunitarie in materia.  A partire dall’8 novembre prossimo, e per un anno, vorremo adottare delle iniziative importanti che vedano la nostra comunità scientifica protagonista, insieme alle istituzioni aderenti, non solo nella celebrazione della giornata, ma all’interno del programma Sport e Salute SIRM, finalizzato alla promozione della cultura dello sport.  Lo sport, come ormai è rappresentato dalle evidenze scientifiche, è fondamentale per ciascun individuo ed attraverso una corretta pratica sportiva oggi è dimostrato come si possa migliorare il proprio stato di salute e di benessere psico-fisico.  Per questi motivi la giornata della radiologia dedicata allo sport, può trovare un momento celebrativo che valga quale contributo di sensibilizzazione alla pratica sportiva verso i cittadini italiani. Per questo abbiamo programmato l’istituzione di un numero verde gratuito, gestito dalla nostra società scientifica volto a tutti per gli utenti che intendano assumere informative specifiche sulle questioni legati agli aspetti medico-sportivi applicati alla scienza radiologica. Il Programma Nazionale Sport e Salute SIRM intende attivare quindi un processo virtuoso di respiro nazionale per intensificare le attività di comunicazione ed informazione, nonché di sensibilizzazione, che possa meglio rappresentare, tanto agli atleti quanto ai cittadini, che fare sport non solo è consigliabile ma addirittura necessario.  Vorremo inoltre maggiormente diffondere, anche se potrebbe sembrare un diffuso luogo comune, quando si parla di sviluppo delle politiche attive dello sport, un nostro recente studio in via di pubblicazione, che ha fatto emergere le evidenze che una corretta pratica sportiva aumenti la propria aspettativa di vita di qualche anno. Quindi bisogna far abbandonare del tutto l’idea che lo sport sia noioso e faticoso e, al contrario, incentivare alla pratica sportiva tutte le fasce di età, in quanto è possibile affermare, attraverso evidenze scientifiche, che lo sport incide in maniera determinante sulla salute psico-fisica con effetti rilevabili sia nel breve che nel mediolungo termine. 

Il Presidente Prof. Roberto Grassi




Prima giornata nazionale sull’ecografia

La comunicazione istituzionale della salute ha ormai un ruolo strategico tanto per gli operatori sanitari quanto per i cittadini. La SIRM ritiene fondamentale attivare campagne di comunicazioni tese a garantire il benessere della popolazione, da un lato, e la sostenibilità del sistema sanitario, dall’altro, sapendo come il cittadino è, infatti, oggi un soggetto che comprende e sceglie, pone attenzione crescente ai propri stili di vita, un protagonista del proprio benessere ed in grado di interagire in modo responsabile anche con la figura del medico.

La consapevolezza del ruolo strategico della comunicazione è ben diffusa nella nostra realtà scientifica e all’interno delle iniziative programmate abbiamo dato priorità allo sviluppo dei percorsi di comunicazione e integrazione informativa facilitanti l’accesso del cittadino alla rete di offerta e di continuità delle cure.

In questo campo abbiamo ad esempio sviluppato – sull’Ecografia – una sezione del nostro portale istituzionale che permetterà all’utente cittadino di assumere informazioni qualificate sull’ecografia. Questa metodica risulta fondamentale per il suo ruolo nel nostro sistema sanitario italiano, risultando, se condotta da medici adeguatamente esperti, attendibile, utile come prima indagine, facilmente fruibile ed accessibile a tutti, ubiquitaria, economica e, soprattutto, non invasiva e sicura. Per tale motivo la SIRM ha attivato anche un numero verde della società scientifica, attivo per un anno, a cui i cittadini possono rivolgersi per chiarimenti.

Stabilito come fare prevenzione significhi adottare quindi strategie per identificare precocemente la comparsa di una malattia o a condizionarne l’evoluzione.

Infatti, in particolare, la prevenzione primaria permette di ridurre il rischio di sviluppare delle malattie eliminando i fattori alla loro base, mentre la prevenzione secondaria permette invece di identificarle precocemente, in modo da poter intervenire quando sia più facilmente trattabile e le probabilità di guarigione sono più elevate e infine, la prevenzione terziaria consente di gestire al meglio i sintomi delle malattie croniche e contrastare la comparsa di complicazioni.

In questo contesto riteniamo che in tema di prevenzione la comunicazione, anche sotto il profilo istituzionale, sia fondamentale per contribuire a rendere edotti i cittadini utenti rispetto alle corrette pratiche cliniche finalizzate allo star bene e in questo contesto riteniamo focale il contributo di una società scientifica solida e radicata sul territorio.

La Società Italiana di Radiologia Medica ed Interventistica intende, attraverso la Prima Giornata sull’Ecografia, accendere i riflettori sull’importanza e ruolo dell’Ecografia sapendo come questa pratica medica abbia bisogno di essere meglio rappresentata alla popolazione anche per evidenziare gli aspetti più funzionali della stessa.

Non tutti ancora sanno che l’ecografia è una tipologia di indagine che si avvale dell’utilizzo di ultrasuoni, per ottenere immagini diagnostiche degli organi sottoposti all’esame e ogni apparecchio utilizzato per eseguire un esame ecografico (Ecografo o Ecotomografo) è dotato di una sonda (trasduttore) che emette fasci di ultrasuoni che, attraversando i vari tessuti del corpo umano, generano fasci riflessi che ritornano al trasduttore (echi di ritorno).

Informazioni non trascurabili se si pensi alle tante fake news che gravitano attorno alla tematica o alla percezione spesso sbagliata che viene attribuita alla stessa. È possibile affermare come attraverso una corretta adesione alle pratiche ecografiche il cittadino, se edotto, potrà nell’immediatezza essere consapevole e prendere le più opportune determinazioni sotto il controllo medico scegliendo oculatamente il professionista medico più opportuno.

Sicché, riteniamo come attraverso questa campagna nazionale che vedrà l’attivazione di un numero verde gratuito per i cittadini, i nostri medici radiologi potranno rappresentare a coloro che intenderanno approfondire l’argomento come l’esame ecografico sia un’indagine diagnostica assolutamente innocua e che può essere ripetuta tutte le volte che se ne dimostri l’utilità e la necessità.

Crediamo, anche alla luce del recente successo attenuto grazie al supporto del Ministero della Salute, nell’ambito della campagna promossa in occasione dell’8 Marzo sulla prima giornata della radiologia senologica di poter continuare ad essere un punto di riferimento per i percorsi legati alla prevenzione e alla diffusione della corretta informazione ricordando come già migliaia di donne sono potute entrare in contatto con i nostri medici radiologi che, gratuitamente, hanno offerto la propria professionalità.

In definitiva attraverso questa nuova campagna che celebreremo nel contesto della Prima Giornata Nazionale sulla Sicurezza delle Cure promossa dalla Presidenza del Consiglio del Consiglio dei Ministri si potrà meglio rappresentare ai cittadini come l’ecografia raffiguri l’indagine ideale di primo livello, utile in molteplici indagini epidemiologiche e di medicina preventiva, innocua, non invasiva, ubiquitaria, e rappresenti un pilastro del SSN. Infine può essere di grande ausilio nelle campagne di prevenzione perché consente diagnosi precoci talora ancora prima che la patologia produca sintomi.

Il Presidente Prof. Roberto Grassi




Digitalizzazione e Intelligenza Artificiale. Le applicazioni nel settore delle Life-Sciences

E’ questo il titolo della tavola organizzata dall’Istituto per la Competitività (I-Com) nella quale si è discusso del processo di innovazione digitale in corso, approfondendo in particolare l’impatto dei big data e dell’intelligenza artificiale sulle Life-Sciences, sullo sviluppo della medicina di precisione e sulla digitalizzazione e ottimizzazione dei processi organizzativi all’interno delle strutture ospedaliere. L’incontro ha rappresentato un momento di confronto sull’importanza di sostenere gli investimenti in tecnologie sanitarie abilitate all’Intelligenza Artificiale per migliorare la qualità dell’assistenza, semplificare il processo decisionale e aumentare la competitività del sistema sanitario, anche alla luce dell’elaborazione della Strategia Nazionale sull’Intelligenza Artificiale, coordinata dal Ministero per lo Sviluppo Economico, in fase di finalizzazione.

da ICOM




Partecipazione italiana all’ECR 2019 Vienna

Leggi l’articolo completo





Il Cardioradiologo nell’Heart-team

Scarica il programma




IDOR International Day of Radiology




Ancora in aumento l’impact factor de La Radiologia Medica!

Ulteriore crescita dell’impact factor de La Radiologia Medica, che supera l’1,8!

Risultato ancora più significativo se si considera il calo costante delle riviste internazionali più importanti.

Di seguito la progressione dell’IF della rivista societaria negli ultimi anni.

2017: 1,819

2016:1,795

2015: 1,523

2014: 1,343

Congratulazioni al Direttore de La Radiologia Medica, Andrea Giovagnoni, ed a tutta la redazione per lo straordinario lavoro svolto in questi anni.