Luigi Natale è il nuovo Presidente della European Society of Cardiovascular Radiology (ESCR)

Luigi Natale, Direttore della UOSD di Radiologia d’Urgenza del Policlinico Gemelli, è stato eletto Presidente della European Society of Cardiovascular Radiology (ESCR). Il Presidente ed il CD della SIRM si congratulano per il prestigioso incarico che, per la prima volta, viene attribuito ad un radiologo italiano.




Pubblicato il DM Salute del 14/1/2021

E’ stato pubblicato il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2021 sulla determinazione degli standard di sicurezza e impiego per le apparecchiature a risonanza magnetica e individuazione di altre tipologie di apparecchiature a risonanza magnetica settoriali non soggette ad autorizzazione.

Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 65 del 16-03-2021




Raffaella Basilico eletta Presidente della European Society of Emergency Radiology (ESER)

La Dr.ssa Raffaella Basilico dal 1 marzo assume la prestigiosa carica di Presidente della European Society of Emergency Radiology (ESER).

La sua nomina è di grande soddisfazione per tutti i Radiologi Italiani e in particolare per coloro che si occupano di Radiologia d’Emergenza nel contesto nazionale e internazionale.

L’ESER, fondata nel 2011, ha tra i Soci Fondatori Lorenzo Derchi, Vittorio Miele e Mariano Scaglione, quest’ultimo Presidente ESER nel biennio 2015-2017.

Alla neo Presidente dr.ssa Raffaella Basilico le più vive congratulazione e auguri di buon lavoro da parte del Presidente e del CD SIRM e del Presidente e CD della Sezione di Radiologia d’Urgenza ed Emergenza.




Mario Muto nominato Honorary Member della American Society of Neuroradiology

La Presidenza SIRM si congratula con l’amico e Collega Mario Muto, già Presidente della Sezione di Studio di Neuroradiologia, che è stato insignito della prestigiosa nomina ad Honorary Member della American Society of Neuroradiology (ASNR) nel corso del 2021 Annual Meeting. 




Carlo Catalano eletto ESR 2nd Vice-President

Il Professor Carlo Catalano, ordinario di Radiologia all’Università La Sapienza e direttore della UOC di Radiologia presso il Policlinico Umberto I è stato eletto 2nd Vice-President della European Society of Radiology con 2042 voti. Un prestigioso risultato per tutta la Società Italiana di Radiologia. Di seguito, la mail di ringraziamento di Carlo Catalano ai soci SIRM.

Carissimi,

Vi giunge questa mia ennesima mail non più per chiedere il vostro supporto elettorale, ma per ringraziarvi, amiche ed amici, oltre che colleghi, orgogliosamente soci SIRM, per il contributo alla mia scelta come presidente eletto della Società Europea di Radiologia.

Sembrerà banale, ma davvero questo risultato è frutto della forza ed unione della nostra Società, che, grazie ad un’organizzazione capillare, è riuscita a trasmettere l’importanza della presenza di un Radiologo Italiano nella gestione dell’ESR.

Poche righe per ringraziare il Prof. Rotondo, che, primo tra tutti, mi ha spinto in questa avventura, il Prof. Grassi, che ha creduto fermamente nel progetto, lo ha ritenuto strategico e mi ha stimolato con continui consigli e suggerimenti, e l’attuale Presidente Vittorio Miele, che si è impegnato in prima persona con decisione. Potrei menzionare tantissimi altri di voi, da cui ho ricevuto stima ed affetto, ma mi dilungherei e sicuramente dimenticherei qualcuno.

Il compito sarà impegnativo e gravoso, soprattutto se guardo i nomi degli illustri predecessori Italiani alla presidenza dell’ESR, il Prof. Bonomo, il Prof. Derchi, e ancora prima della fondazione dell’ESR, il Prof. Dalla Palma, il mio indimenticato maestro Prof. Passariello ed il Prof. Chiesa.
Il mio obiettivo, come ho sempre scritto e detto, è rappresentare al meglio la nostra Radiologia e tutti i Radiologi, affrontando le sfide che continuamente si presentano, guardando al futuro della nostra professione, lavorando in sintonia con la SIRM.

Grazie a tutti,
Carlo Catalano




Programma formativo SIRM 2021

Carissimo Socio, 

nonostante l’emergenza COVID ci abbia costretto a rinunciare a convegni in presenza e a ripensare proposte alternative, almeno nel primo semestre 2021, SIRM ha pianificato il programma formativo educazionale per il prossimo anno, in collaborazione con le singole sezioni di studio, i Gruppi regionali e la rivista societaria Journal of Radiological Review. 

Il programma formativo istituzionale SIRM prevederà in primo luogo i tradizionali corsi FAD, elaborati sugli articoli della rivista societaria JRR, che garantiranno complessivamente di poter raggiungere i 50 crediti ECM obbligatori annuali; inoltre saranno fruibili oltre 160 corsi webinar istituzionali, della durata complessiva di 60-90 minuti ciascuno e aperti fino a 1000 partecipanti(puoi cliccare qui per visualizzare il calendario).
Ai webinar istituzionali i Soci potranno aderire versando la somma di € 20,00 omnicomprensivi (per tutti i webinar), all’atto dell’iscrizione. 

Sempre a partire dal 2021 sarà creata una biblioteca dei webinar già effettuati, fruibile per tutti i Soci, che desiderano rivedere la registrazione o, non avendo potuto partecipare all’evento, desiderano comunque averne visione, senza ovviamente l’acquisizione di crediti ECM. 

Infine, nell’ultimo quadrimestre dell’anno 2021 si auspica la possibilità di realizzare in presenza il Convegno Annuale di più Sezioni di Studio e Gruppi Regionali congiuntamente, che vedranno coinvolte le sedi di Rimini, Roma, Firenze, Montecatini, Napoli, Milano, Foggia, Torino e Catania e altre.

A completamento del Programma ECM Istituzionale SIRM, che sarà disponibile sul sito in una sezione dedicata Corsi e Congressi non istituzionali, sia in presenza che in modalità Webinar, verrà data evidenza, come di consueto, ad ulteriori eventi organizzati da altri provider, a cui SIRM ha concesso il Patrocinio, trovandoli rispondenti ai bisogni formativi dei Soci. Le modalità per richiedere il patrocinio di un evento e le regole da seguire da parte dei provider esterni le potrai trovare sul sito nella modulistica SIRM. 

L’offerta formativa e le nuove modalità che SIRM propone ai propri soci per il 2021 è sicuramente ricca e variegata con il raggiungimento complessivo di crediti ECM ben superiori al debito annuo formativo obbligatorio, grazie alla intensa collaborazione con i Presidenti e i Consiglieri di tutte le sezioni di studio, i Direttori delle riviste societarie La Radiologia Medica e Journal of Radiological Review, il responsabile del sito. 

Il consolidamento e la crescita graduale e solo un costante lavoro di collaborazione, ha reso possibile e continuerà a sviluppare nel tempo ulteriori nuovi schemi e modelli formativi, accanto ai tradizionali, che renderanno sempre possibile l’aggiornamento educazionale continuo per tutti i nostri Soci, anche in situazioni particolari come stiamo vivendo in tale momento storico. 

Per ogni dubbio o necessità scrivi a segreteria@sirm.org 

CLICCA QUI per VEDERE IL MESSAGGIO DI ISTRUZIONI PER ISCRIVERSI

Ti aspettiamo! 

Il Coordinatore ECM e Sezioni di Studio                                 Il Presidente 
Dott.ssa Nicoletta Gandolfo                                             Dott. Vittorio Miele




Consip aggiudica un nuovo Accordo quadro per acquisto o noleggio di 135 tomografi a risonanza magnetica di ultima generazione

Consip ha aggiudicato la seconda edizione dell’Accordo quadro per la fornitura di 135 Tomografi a risonanza magnetica di ultima generazione, che garantisce prestazioni diagnostiche e cliniche all’avanguardia e offre l’opportunità di aggiornare il parco apparecchiature installato.

Per la prima volta è stata introdotta la formula del noleggio, consentendo alle strutture sanitarie pubbliche di dotarsi di strumenti ad alta tecnologia, a fronte del pagamento di un canone periodico per l’intera durata contrattuale.

L’iniziativa avrà una durata di 12 mesi dalla data di attivazione, durante i quali le strutture sanitarie pubbliche potranno affidare appalti specifici agli aggiudicatari in base ad un criterio di priorità della graduatoria di merito.

Il risultato della gara è positivo sia dal punto di vista qualitativo sia da quello economico. Le apparecchiature e le configurazioni offerte sono tutte tecnicamente rilevanti e, oltre ad arricchire dal punto di vista funzionale i tomografi, garantiscono l’acquisto a prezzi inferiori del 30% rispetto a quelli mediamente applicati sul territorio nazionale.

Anche per questa edizione dell’AQ, tra le valutazioni tecniche effettuate dalla commissione hanno avuto particolare rilievo l’analisi delle bioimmagini e la verifica delle caratteristiche fisiche, eseguite sulla base di protocolli redatti in collaborazione con la Società Italiana di Radiologia Medica e con la Associazione Italiana di Fisica Medica.

fonte: Tecnomedicina.it

L’Accordo quadro

L’Accordo quadro aggiudicato prevede tre lotti, suddivisi in base all’intensità di campo dell’apparecchiatura e alla modalità di acquisizione. Queste le aziende aggiudicatarie:

Con il noleggio, le strutture sanitarie possono dotarsi di strumenti ad alta tecnologia, a fronte del pagamento di un canone periodico per l’intera durata contrattuale (7 anni). L’Accordo quadro avrà una durata di 12 mesi dalla data di attivazione (più eventuali altri 12 mesi di proroga), durante i quali le strutture sanitarie pubbliche potranno affidare appalti specifici agli aggiudicatari in base ad un criterio di priorità della graduatoria di merito.

Risparmi e validazione scientifica

Secondo Consip, con la gara si sono ottenuti prezzi inferiori del 30% rispetto a quelli mediamente applicati sul territorio nazionale. Per quanto riguarda la qualità, tra le valutazioni tecniche effettuate dalla commissione (composta da medici radiologi e da un fisico medico) hanno avuto particolare rilievo l’analisi delle bioimmagini e la verifica delle caratteristiche fisiche, eseguite sulla base di protocolli redatti in collaborazione con la Società italiana di radiologia medica (Sirm) e con la Associazione italiana di fisica medica (Aifm).

fonte: Aboutpharma




Andrea Giovagnoni nel Comitato Etico dell’Istituto Superiore di Sanità

Il Prof. Andrea Giovagnoni, Presidente eletto SIRM, è stato nominato membro del Comitato Etico dell’Istituto Superiore di Sanità per il prossimo triennio.

Il Presidente Vittorio Miele e il CD SIRM si congratulano con lui per il prestigioso incarico, che è un’ulteriore conferma della grande credibilità scientifica e autorevolezza clinica raggiunta dalla nostra disciplina.




International Day of Radiology

Care Socie, cari Soci

oggi è la giornata internazionale della Radiologia.

Non è un caso che quest’anno si sia scelto di celebrare il nostro ruolo di Medici Radiologi: siamo infatti di nuovo chiamati a presidiare le nostre strutture ed a svolgere con rinnovata determinazione e professionalità il nostro lavoro.

Ad inizio anno siamo stati i primi, nel mondo occidentale, ad offrire a tutti i nostri Colleghi un supporto, sulla base delle competenze acquisite sul campo per la dura esperienza che stavamo affrontando.

Ora siamo di nuovo in prima linea, forti di una solida conoscenza e maggiore consapevolezza; ogni giorno ci confrontiamo con sfide professionali e organizzative sempre più difficili, con grandi rischi per la sicurezza nostra e delle nostre famiglie, come molti Colleghi hanno duramente sperimentato.

Consci di dover affrontare questa indomita pandemia, talora anche non adeguatamente supportati da una tempestiva ed efficace regia centrale, siamo comunque di nuovo pronti a non arretrare e a dare il nostro indispensabile contributo di fronte ad un morbo che condizionerà la nostra vita ed il nostro lavoro ancora per molto tempo.

Strutture e percorsi dedicati, spazi e tecnologia adeguati, organici rafforzati, competenza e professionalità saranno certamente i mezzi più adatti per affrontare questa emergenza ed offrire ai nostri pazienti il supporto diagnostico di cui hanno bisogno.

L’uso appropriato e consapevole delle tecnologie, l’interpretazione clinica volta all’inquadramento non solo diagnostico, ma anche prognostico e terapeutico, sono e saranno sempre la base della nostra professione.

Come Presidenti della nostra gloriosa Società Scientifica siamo stati costretti a ripensare il nostro ruolo per adattarlo alle incombenti necessità che questa situazione emergenziale comporta. Lo abbiamo fatto lavorando congiuntamente e continueremo a farlo, vicini ai nostri Colleghi.

Siamo sicuri che i Radiologi Italiani sapranno essere come sempre, anche in questa nuova emergenza, un pilastro fondamentale del nostro Sistema Sanitario Nazionale.
 
Buona giornata del Radiologo e buona vita e buon lavoro a tutti Voi. 

Il Presidente Eletto                                                                    Il Presidente
   Vittorio Miele                                                                         Roberto Grassi




Vittorio Miele Presidente SIRM per il biennio 2021-2022

Si segna di fatto il passaggio di consegne fra il Prof. Roberto Grassi, che continuerà a guidare la Società Medico-Scientifica più grande d’Italia sino alla fine del corrente anno, e il Dott. Vittorio Miele, Presidente Nazionale della SIRM per il Biennio 2021-2022. La SIRM – dichiara il Dott.Vittorio Miele – rappresenta la Società di riferimento scientifico, professionale e di formazione continuativa post universitaria per migliaia di radiologi italiani, giovani e meno giovani, contribuendo al progresso delle scienze radiologiche diagnostiche, interventistiche e affermandosi come  l’unico e autorevole interlocutore per le Istituzioni di governo, del sindacato, dell’accademia delle associazioni dei pazienti, dell’industria, delle altre società scientifiche di specialità clinica e radiologiche internazionali. E continua il prof. Roberto Grassi affermando che “Anche in questo difficile periodo, in piena emergenza pandemica di COVID-19, la SIRM ha dimostrato la sua insostituibile funzione di coordinamento e guida dei radiologi italiani. La immediata distribuzione a tutti i Soci  di  documenti e linee guida per la corretta diagnosi e riorganizzazione operativa dei reparti diagnostici, l’attivazione di un data-base comune di casistica e un supporto da parte dei colleghi operanti nei centri di maggior esperienza con la realizzazione di un “Referto Strutturato” in grado di omogeneizzare e guidare l’interpretazione dei reperti TAC dei pazienti affetti da patologia polmonare da COVID,  hanno consentito un rapido diffondersi delle conoscenze nei centri piccoli e grandi meno coinvolti all’inizio della pandemia”, ancor più velocemente del diffondersi della malattia.